Notizie

#iorestoacasa - coronavirusMarzo 2020 – ASTRI e Coronavirus

Cari tutti,

in questo momento cosi’ difficile, cosi’ complicato e incerto, stiamo anche ritrovando un senso di unita’ e di solidarieta’ che ci da’ molta forza. Abbiamo anche sviluppato una maggiore consapevolezza delle nostre capacita’ scientifiche e professionali e, a tutti i livelli, il valore della cultura e della ricerca scientifica e tecnologica ci avvicina.

E’ molto bello che le Universita’ e le Scuole si siano adattate in pochissimo tempo alla nuova situazione, che le lezioni siano riprese e l’impegno di professori e studenti al lavoro da casa sia cosi’ importante. Anche in INAF le ricerche e i vari progetti proseguono regolarmente, adattando le attivita’ alla nuova situazione.

Per ASTRI, dove sono coinvolte tante persone, strutture INAF e Universita’ e altri Istituti dalla Lombardia alla Sicilia, il lavoro prosegue regolarmente e in modo continuo, attraverso tante riunioni in videoconferenza, lavoro dei singoli da casa, scambi di messaggi.

Insieme a Anna Wolter, Giuseppe Fiasconaro e Federico Di Giacomo abbiamo preparato l’immagine che vedete a lato per rappresentare quello che sentiamo e proviamo in questo momento anche dentro ASTRI. Se credete, trasmettete l’immagine attraverso social, come icona del vostro profilo, via mail, o come meglio credete agli altri colleghi e amici.

Nel segno di quanto ha detto il Presidente Conte, restiamo fisicamente distanti oggi ma, dopo avere superato questo periodo di difficoltà’, ci troveremo tutti insieme in una riunione ASTRI e poi intorno al nostro mini-array.

Ciao, Giovanni Pareschi

12 giugno 2019

Firmata il 12 giugno 2019 dal Presidente dell’INAF Prof. Nichi D’Amico e dal Direttore dell’Instituto de Astrofisica de Canarias Prof. Rafael Rebolo Lopez, una memoria per avviare le negoziazioni su base tecnico-programmatica di una installazione dell’ASTRI MINI-Array presso l’Osservatorio del Teide

Clicca qui per andare alla notizia su Inaf: “ASTRI: il nuovo apripista degli array di telescopi Cherenkov

Il Presidente dell'Inaf Nichi D'Amico (a sinistra) con il Direttore dell’Instituto de Astrofisica de Canarias Prof. Rafael Rebolo Lopez dopo la sigla della memoria

Il Presidente dell’Inaf Nichi D’Amico (a sinistra) con il Direttore dell’Instituto de Astrofisica de Canarias Prof. Rafael Rebolo Lopez dopo la sigla della memoria

5 giugno 2019

Incontro a Bologna tra INAF e Hamamatsu a valle dell’assegnazione della gara per la realizzazioni dei sensori SiPM per ASTRI, che rappresenta un passo molto importante in vista della realizzazione del mini-array.

Clicca qui per andare alla notizia su Media Inaf: “Occhi di silicio per i telescopi Astri

Clicca qui per andare a vedere le interviste su YouTube: “Sensori allo stato solido per i telescopi Astri: li realizzerà Hamamatsu Photonics

La stretta di mano tra il presidente dell’Inaf Nichi D’Amico (a sinistra) e Koei Yamamoto, Senior Managing Director di Hamamatsu Photonics KK . Crediti: A. Di Luca

La stretta di mano tra il presidente dell’Inaf Nichi D’Amico (a sinistra) e Koei Yamamoto, Senior Managing Director di Hamamatsu Photonics KK . Crediti: A. Di Luca

10 novembre 2018

INAF ha dedicato il telescopio ASTRI all’Astronomo Guido Horn d’Arturo con una cerimonia e apposizione di targa.

Horn è stato l’ideatore degli specchi a tasselli. Casualità o meno, Horn ha lavorato a Catania presso l’Osservatorio Astrofisico quando l’Istituto aveva la sede nei locali dell’attuale area espositiva del Monastero dei Benedettini.

La targa dedicata a Horn padre degli specchi a tasselli. La cerimonia ha avuto luogo il 10 novembre 2018 a Serra La Nave.

La targa dedicata a Horn padre degli specchi a tasselli. La cerimonia ha avuto luogo il 10 novembre 2018 a Serra La Nave.

Segnaliamo l’articolo sul risultato della camera ASTRI ottenuto con il metodo della varianza.
Complimenti ancora a tutti i colleghi che hanno lavorato per ottenere questo importante risultato.
Vai all’articolo o clicca sull’immagine a lato.

This post is also available in: Inglese